Chiropratico: un aiuto valido a malori che vi affliggono da anni

La chiropratica, considerata medicina alternativa, è ritenuta un valido aiuto per curare malori come mal di testa, mal di schiena, dolori al collo e disturbi neuro-muscolo-scheletrici. In cosa consiste dunque la chiropratica?

Si tratta di una tecnica che riesce a migliorare ed alleviare alcuni sintomi attraverso specifiche manipolazioni delle aree interessate al dolore, in modo da intervenire sulla lesione articolare che disallinea la colonna vertebrale e che è causa del dolore avvertito.

L’intervento con le mani favorisce il sollievo immediato dal dolore. Ad eseguire questa tecnica è il chiropratico, scopriamo quindi chi è cosa fa.

Chiropratico

Chiropratico cosa fa

La chiropratica è una pratica che si allaccia al concetto olistico per cui il corpo è in completo benessere quando c’è armonia piena tra mente, corpo ed emozioni. Secondo questo principio, l’equilibrio del corpo favorisce il flusso libero nel sistema nervoso e in quello circolatorio, coordinando tutte le funzioni dell’organismo.

Riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per i suoi i benefici rispetto ad altre terapie più convenzionali, la chiropratica è fondata sulle nozioni più moderne dell’anatomia umana, del sistema nervoso, della biomeccanica e della fisiologia.

Attualmente nel mondo migliaia i chiropratici che correggono le sublussazioni vertebrali, del cranio e di altre articolazioni del corpo attraverso l’applicazione di specifiche tecniche manuali molto dolci.

Il chiropratico è infatti un esperto della chiropratica che si occupa in prevalenza dei disturbi dolorosi a carico della colonna vertebrale, in particolare disturbi che riguardano torcicollo, sciatica, schiacciamento dei dischi intervertebrali, dolore alle spalle, alle braccia e disturbi alle gambe.

L’azione del chiropratico è quella di effettuare le manipolazioni in modo particolarmente delicato soprattutto in caso di artrite reumatoide, reumatismo articolare, grave stadio di osteoporosi, ernie al disco, infezioni delle articolazioni. Un chiropratico professionista sa perfettamente quando una manipolazione può danneggiare il paziente e compromettere il buon esito del trattamento.

Differenza tra osteopata e chiropratico

Tra osteopatia e chiropratico non vi sono delle reali contrapposizioni, ma vanno viste e considerate come due professioni da utilizzare per dare al paziente migliori risultati. L’unica e sostanziale differenza tra le due discipline, tuttavia, è costituita dal fatto che, mentre in Italia l’osteopata ancora non è stata riconosciuta a livello giuridico, il chiropratico è invece una figura professionale riconosciuta.

L’approccio dei due metodi al paziente è diverso ma non in contrapposizione. Infatti, il chiropratico si concentra sull’area in cui il paziente avverte il dolore e cerca di conoscere a fondo tutti i sintomi che sente relativamente a quella zona specifica. Il suo intervento è dunque relativo ad una sintomatologia localizzata e con le mani cerca di far scomparire il dolore e riportare equilibrio nel corpo.

L’approccio dell’osteopata è ancora più globale rispetto a quello del chiropratico, e interessa sia la diagnosi che la terapia, con l’obiettivo di riportare quasi tutto il corpo alla normale mobilità e ad un maggiore equilibrio. Nel dettaglio, l’osteopata va alla ricerca delle cause responsabili del disturbo e non si limita solo all’area interessata dal dolore, che può invece trovarsi in una zona più lontana.

Il professionista quindi pone delle domande relative non solo alla zona del dolore ma tenendo conto della storia clinica del paziente.

Grazie alla palpazione l’osteopata riesce ad individuare la causa del disturbo e interviene con specifiche manipolazioni per riportare l’equilibrio, agendo anche a livello più profondo rispetto al chiropratico. Infatti, l’obiettivo è quello di stimolare i meccanismi di autoguarigione innati nel nostro corpo e ristabilire l’armonia.

Entrambe le tecniche, quindi, sono volte a far conseguire al paziente il benessere tramite le manipolazioni, e sia osteopata che chiropratico guardano alla globalità del corpo e agiscono affinché i benefici del trattamento siano mantenuti nel tempo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *