Normativa posizione contatore gas

Installare il contatore del gas è l’ultima operazione dell’allacciamento alla rete ed è un’operazione che viene svolta dalla società locale di distribuzione.

Per individuare la posizione del contatore gas vi sono delle modalità, dei costi e delle tempistiche per richiedere l’allacciamento. Tutte le informazioni sono contenute in una normativa specifica. Ecco cosa stabilisce la normativa posizione contatore gas.

Dove posizionare il contatore del gas

La normativa di riferimento per stabilire la posizione del contatore del gas con pressioni fino a 40 mbar è la UNI CIG 9036 e prevede l’installazione in varie posizioni e con diverse tipologie, come ad esempio singola (esterna o interna), in batteria oppure in vano tecnico.

E’ possibile installare il contatore del gas all’interno della nicchia in caso vi possono essere delle difficoltà ad installarlo all’esterno. Nel caso si debba procedere per l’installazione interna posizionare il contatore a ridosso del muro perimetrale.

Installazione singola esterna– Si tratta di una soluzione da adottare quando ve ne è l’opportunità. Se il contatore è accessibile ad estranei, solo l’utente interessato deve avere la possibilità di operare sul rubinetto, quindi la garanzia per il cliente finale è un rubinetto con chiave.

Nel caso vi sia una recinzione attorno all’edificio il contatore può essere posizionato in una nicchia con sportello.

Installazione singola interna – Nel caso vi sia la necessità di posizionare il contatore del gas all’interno la società di distribuzione locale può richiedere migliori forme di installazione da concordare con il cliente finale, come ad esempio una nicchia ermetica o un foro di aerazione comunicante con l’esterno.

L’allaccio all’impianto interno va realizzato tramite raccordo flessibile in acciaio o con giunti elastici, senza uso di piombo.

posizione contatore gas

Dove è vietato posizionare il contatore del gas

La normativa posizione gas stabilisce anche dei punti dove non è possibile collocare il contatore. E’ vietato posizionare il contatore del gas:

  • Negli ambienti adibiti a stanze da letto
  • Negli ambienti in cui non vi è ventilazione naturale
  • Negli ambienti destinati ai servizi igienici
  • Sopra apparecchi utilizzabili a fiamma libera
  • Sotto lavandini e lavabi

La normativa stabilisce anche che è possibile installare contatori all’interno dei locali riguardanti i punti 1, 2 e 3 solo se si tratta di contatori di classe non superiore a G4 e che siano collocati in una nicchia corredata di sportello metallico a tenuta di gas.

Inoltre, devono essere ricavate due luci di aerazione sia in alto che in basso. Le luci devono avere aerazione permanente verso l’esterno con sezione complessiva non inferiore a 100 cm2.

Come spostare il contatore a gas

Per spostare il contatore la normativa di riferimento prevede la presentazione di una richiesta al proprio fornitore, che entro 2 giorni la trasmette al distributore per poter realizzare il lavoro.

Per effettuare la richiesta occorrono: documento d’ identità, numero di fornitura e l’indirizzo della fornitura. Inserire un recapito telefonico per il sopralluogo, l’indicazione della nuova posizione del contatore e la distanza dalla collocazione attuale.

In genere il distributore effettua un sopralluogo tecnico per fare un preventivo di spesa che il cliente pagherà e solo dopo avviene lo spostamento.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *