Come creare un canale YouTube aziendale

Oggi per promuovere il proprio business si hanno a disposizione diversi mezzi. Parliamo del digitale: i social network, siti web, Google AdWords, YouTube, etc.

Oggi imparerai anche tu come creare un canale YouTube aziendale per promuovere la tua attività e raggiungere potenziali clienti ovunque.

Avrai notato che anche i brand più importanti sono onnipresenti e sfruttano ogni soluzione per comunicare con i clienti, promuovere i nuovi prodotti, organizzare eventi e per qualsiasi altra cosa.

Anche le aziende di piccole e medie dimensioni si stanno orientando sulle stesse strategie e persino i “conservatori”, hanno capito che il modo di informarsi e di scegliere dei consumatori avviene tramite il web.

Un canale YouTube aziendale è il mezzo perfetto per far crescere il tuo business, promuovere i tuoi servizi e/o prodotti, far conoscere la tua azienda e trovare nuovi clienti o fidelizzare quelli esistenti.

Come creare ed ottimizzare il canale YouTube per la tua azienda.

Tavola dei contenuti:

  • Definisci i tuoi obiettivi su YouTube
  • Crea il tuo account Google
  • Apri il tuo canale YouTube
  • Personalizza il tuo canale
  • Inizia a caricare i contenuti
  • Crea descrizioni adeguate, usa i tag Youtube adeguati

1) Definisci i tuoi obiettivi

Prima di imparare come creare un canale YouTube aziendale devi definire i tuoi obiettivi, quindi devi avere ben chiaro cosa vuoi ottenere attraverso il canale, qual è il pubblico a cui ti vuoi rivolgere, cosa vuoi pubblicizzare (un sito web? Le offerte settimanali della tua azienda? le attività della tua impresa?). Ti consigliamo di creare un piccolo business plan in modo tale che le spese e gli investimenti siano sempre aggiornati e consultabili in qualsiasi momento.

2) Crea il tuo account Google

Come ben sai YouTube è di proprietà Google e per aprire un canale hai bisogno di un account Google. Se sei gia’ in possesso di un indirizzo gmail, ti consigliamo di aprirne un altro da utilizzare per il tuo business e per aprire il tuo canale YouTube.

 

3) Apri il tuo canale YouTube

Non appena hai verificato e completato il tuo accounto Google, vai sulla pagina ufficiale di YouTube e crea il tuo canale, selezionando l’opzione di tipo aziendale. Anche YouTube e le altre piattaforme si sono dovute adeguare alle nuove leggi che richiedono una chiara distinzione tra canali personali e commerciali.

4) Personalizza il tuo canale

Graficamente è importante che il tuo canale sia riconoscibile dagli utenti, mantieni una certa uniformita’ di comunicazione, usando i colori ed il logo che hai già sui Social Network e nella tua azienda fisica. Nel caso in cui tu non abbia ancora un logo creane uno che possa essere riconducibile alla tua attività, usa caratteri simili a quelli già utilizzati in passato su altri canali, stesso colore di sfondo, immagini di riferimento simili e uguali, etc.

Il tuo marchio deve essere facile da ricordare e collegato correttamente a tutti gli altri canali promozionali che usi (Instagram, Facebook, Twitter, etc.).

Dopo aver verificato quanto appena esposto, ti resta solo da compilare i vari campi e ad eseguire i collegamenti come segue:

  • Compila il campo “About”: inserisci una descrizione efficace e curata, in quanto sarà la parte che comparirà nella Home page del tuo canale aziendale. Inserisci informazioni utili che rispecchino la tua attività, chi sei, cosa fai, etc.
  • Completa la sezione dei link inserendo quelli che portano al tuo sito web, quelli che ritieni importanti, aggiungendo anche altri canali YouTube e collegando il tuo canale a quello dei tuoi partner commerciali.
  • Connetti il tuo canale con i vari account dei Social Network dell’azienda.come-creare-canale-youtube-aziendale

5) Inizia a caricare i contenuti

Tieni conto che gli utenti cercano contenuti divertenti o comunque interessanti, quindi prima di caricare video con promozioni e offerte varie, ti consigliamo sempre di pianificare una strategia.

Crea sempre contenuti interessanti sulla tua azienda e organizza le playlist del tuo canale in base agli argomenti che decidi di trattare.

6) Crea descrizioni adeguate, usa i tag YouTube adeguati

Quando carichi un contenuto cerca di fare descrizioni brevi, ma efficaci, utilizzando parole chiave adeguate, quelle per le quali vuoi essere trovato. Ricorda che le parole chiave devono essere attinenti ai contenuti che decidi di pubblicare. Tieni sempre monitorate le statistiche dei tuoi video e inserisci sempre i link che portano al tuo sito.

7) Promuovi i tuoi video tramite sponsorizzate Veedoo

Se vuoi farti conoscere su YouTube più in fretta puoi comprando visualizzazioni Youtube reali tramite servizi video AdWords offerti da Veedoo.it. In pratica stabilisci scegli il pacchetto piu’ adeguato, selezioni il pubblico, ed il tuo video verra’ promosso ad un pubblico interessato a contenuti simili ai tuoi!

8) Monitora il traffico del tuo canale

Impara ad utilizzare YouTube Analytics ed usalo. Non è difficile utilizzare questo strumento ed è molto utile, in quanto ti consente di monitorare il numero degli iscritti, i commenti, il traffico che ricevi per ogni video, i like, etc.

Come creare un canale YouTube aziendale: conclusioni

A questo punto hai tutte le informazioni necessarie su come creare un canale YouTube aziendale e non ti resta che iniziare subito a definire i vari obiettivi che vuoi raggiungere.

Cerca di organizzare i contenuti che vuoi pubblicare creando un calendario per le pubblicazioni.

Avere un piano di azione dettagliato ti consentirà di essere costante nella crescita su YouTube tenendo sempre d’ occhio qualsiasi aspetto: descrizioni, link, qualità dei contenuti, qualità del video, etc.

Anche l’interazione con il tuo pubblico è importante, quindi cerca di rispondere sempre ai commenti degli utenti e di coinvolgerli nelle tue attività, invitandoli ad esprimere opinioni sul tuo operato, su quello che vorrebbero vedere e qualsiasi altra cosa che può essere utile per capire le preferenze degli utenti. Cerca di non dilungarti troppo nelle risposte e di non essere banale.

Utilizza YouTube Analytics per monitorare il comportamento degli utenti, vedere cosa funziona e cosa si deve modificare, avrai un’idea sulla posizione geografica dei tuoi utenti e tutte le informazioni ti daranno nuovi spunti su cosa offrire ai tuoi potenziali clienti, come crescere, cosa eliminare e che tipo di contenuti rendono di più.

Non ti resta che metterti a lavoro e iniziare a far crescere il tuo business!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *