Le favolose Terme di Tivoli

Conosciute fin dai tempi antichi per le loro preziose qualità medicamentose, le acque che alimentano le terme di Tivoli assicurano ancora oggi sollievo e benessere al corpo e alla mente proprio come accadeva in passato.

Annoverate come le più importanti d’Europa, le terme Bagni di Tivoli hanno le loro sorgenti nel Lago Regina e del Lago Colonnelle, che assicurano una portata di tremila litri al secondo.

Sono proprio loro a regalarci queste acque sulfuree così uniche e particolari, dal colore lattiginoso e con un intenso odore di zolfo, ritenute tra le più importanti in Europa. Scopriamo la loro storia e tutte le informazioni sui loro benefici!

Terme di Tivoli

Terme di Tivoli, Un po’ di storia

Note fin dai tempi della Roma imperiale, le acque sulfuree delle terme di Tivoli furono definite da Plinio il Vecchio “Acque Santissime” per le loro proprietà terapeutiche.

Proprio Plinio, nel XXXI libro delle sue “Historiae”, afferma che quando i soldati feriti durante la guerra venivano accompagnati presso le sorgenti di acque sulfuree ne traevano grandi benefici per la salute.

Dalle proprietà di queste acque pare ne trasse benefici anche l’Imperatore Augusto che ne rimase così colpito da commissionare al suo architetto M. Vespasiano Agrippa la realizzazione delle Terme Imperiali edificate poi sulle rive del Lago Regina, vicino al Bosco di Pan, come era noto all’epoca il bosco sacro dell’oracolo del Fauno.

La struttura delle terme era composta da quattro blocchi rotondi a due piani, collegati da portici che avevano il compito di incamerare aria calda per riscaldare i bagnanti prima che si immergessero nelle acque. Successivamente le terme vennero rase al suolo dai barbari.

La fama sulle proprietà delle acque sulfuree di Tivoli però non si arrestò e nel periodo del Rinascimento giunse nella cittadina il Cardinale Ippolito d’Este che diede ordine di costruire i Bagni Vecchi dentro la magnifica Villa d’Este.

Anche il cardinale rimase affascinato dalle proprietà decantate di queste acque e poiché non godeva di ottima salute anche lui ne approfittò per trarne grossi benefici, spinto anche dai consigli di Anton Musa Brasavola, docente di medicina dell’Ateno di Ferrara, che lo aggiornò proprio sulla qualità delle acque.

Per avere un riconoscimento ufficiale sulle proprietà terapeutiche di Tivoli però dobbiamo attendere il XIX secolo, precisamente nel 1938, quando, grazie al trattato del dottor A. Cappello “Ragionamento dei Bagni minerali presso Tivoli” venne affermato che le acque solfuree di Tivoli erano in grado di curare malattie della pelle, dell’intestino, delle vie urinarie, respiratorie, dell’umore per le loro particolari proprietà.

Per dare modo alla popolazione e a chi volesse di poterne usufruire furono così restaurati i Bagni Vecchi e successivamente, con il consenso di Papa Pio IX, venne fatto costruire un nuovo stabilimento termale vicino alle sorgenti solfuree.

Il Papa donò addirittura mille scudi per contribuire alla realizzazione del progetto. A questo periodo quindi risalgono le favolose terme Bagni di Tivoli che ancora oggi sono un punto riferimento per tutta l’Europa.

Le Terme di Tivoli oasi di benessere

Restaurate e note oggi come Terme di Roma, le antiche Terme di Agrippa costituiscono una delle attrazioni principali di Tivoli e ancora oggi portano il originale del suo costruttore, appunto l’architetto Agrippa.

Il complesso termale ad oggi appare interamente ristrutturato e riesce a soddisfare qualsiasi esigenza.

Le Acque Albule, acque sulfuree contenenti anidride carbonica ed idrogeno solforato, durante tutto l’anno mantengono una temperatura di 23 gradi: lo zolfo contenuto in esse agisce come potente antibatterico e come antinfiammatorio.

Per queste sue particolari proprietà le acque sulfuree delle terme di Tivoli vengono utilizzate per diversi trattamenti.

Il complesso termale si estende per circa 6500 metri quadrati: in questo spazio enorme le Acque Albule alimentano 4 piscine, due delle quali sono adatte per i bambini.

Le piscine per gli adulti sono dotate di cascatelle ed idromassaggio naturale e i suoi effetti benefici sono un vero toccasana per la clientela che ha bisogno di curare il sistema respiratorio o semplicemente approfittare dei benefici che hanno sulla pelle e sull’organismo.

I clienti possono anche usufruire di trattamenti termali tra cui fangoterapia, balneoterapia, inalazioni, insufflazioni endotipaniche, irrigazioni ginecologiche, cure idropiniche. Il centro benessere è un’ottima idea per rilassarsi e rigenerarsi e negli ultimi anni sono in tanti a scegliere le terme come meta di vacanza, per prendersi cura del corpo e dello spirito!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *